Text Link

Tappa

26

Bivacco Sief > Arabba

Lunghezza
12.7
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
302
m
-
971
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50193916
{"center_lon": 11.9155315, "tappa": "026", "zoom": 12.403555245410324, "center_lat": 46.515507781028504}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Questa tappa è stata documentata grazie al contributo di Giovanni Furlanetto.

Tappa breve in Alta Badia, con scarso dislivello (perlopiù in discesa), molto aerea e panoramica.

Camminiamo al cospetto dell'immenso ghiacciaio della Marmolada (coi suoi 3.343 m, è la "Regina della Dolomiti") e del muraglione roccioso che contraddistingue il gruppo del Sella: una gioia per gli occhi.

Note particolari

La prima parte della tratta qui indicata, fino al Rifugio Pralongià, è distinta dal Sentiero Italia (per cause meteorologiche al momento del rilevamento).

Gli unici punti d'acqua sono ai Rifugi Pralongià e Cherz.

Bellezza
periodo
Maggio - Ottobre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
PERCORSO

Lasciamo il Bivacco Sief proseguendo in traverso sotto il picco del Settsass (2.571 m). A sud-est, ammiriamo l’immenso ghiacciaio della Marmolada, la Regina delle Dolomiti (3.343 m). Il sentiero si fa più largo e camminiamo a lungo su ciglione molto aereo - a nord svetta il gruppo delle Conturines, a ovest il gruppo del Sella, dominato da Piz Boè (3.152 m).

Superata la località Stores, arriviamo a Pralongià e all’omonimo rifugio; su comoda carrozzabile proseguiamo verso sud, perdendo di quota, e giungiamo presso l’Utia La Marmotta. In breve salita per ampi pratoni arriviamo presso il Rifugio Cherz e da lì scendiamo (200 m D- circa) lungo la carrozzabile che costeggia le piste sciistiche. Giunti su strada, camminiamo verso sud e siamo in breve al Passo di Campolongo (1.875 m). La vista della Marmolada scompare dietro la cresta del Bech da Mesdì e Portavescovo.

Dal passo, costeggiando la statale su comodo sentiero, scendiamo (200 m D- circa) fino ad Arabba, frazione di Livinallongo: la nostra ultima tappa in Veneto. 


COSA SAPERE

Gli abitanti di Arabba vengono anche chiamati Fodomi. Dalla parola ladina fodom, che pare indicare la presenza di faggi nella zona di Livinallongo del Col di Lana.

‍Fodom è anche il nome della banda musicale locale, molto in voga tra i giovani, attiva nel rivitalizzare le musiche tradizionali.


Arabba è oggi una rinomata stazione sciistica all’interno del comprensorio Dolomiti Superski.

Da qui passa il Sellaronda, il giro del massiccio del Sella sugli sci (e con gli impianti di risalita): è probabilmente il giro sciistico più rinomato delle Dolomiti e delle Alpi italiane.


COSA VEDERE

Per chi volesse e avesse gamba, dal Passo di Campolongo c’è la possibilità di allungare verso i Bec de Roces, gli spettacolari camini adagiati sotto la parete est del Sella, attraversati dal sentiero 636. Da lì, il sentiero 637 porta giù fino al Rifugio Plan Boè e, poco oltre, ad Arabba.

Il Museo della Grande Guerra, a Passo Pordoi, è stato creato grazie ai ritrovamenti bellici dei “recuperanti”, appassionati che amano camminare alla ricerca di residuati bellici, di cui le montagne intorno ad Arabba sono piene: l'area fu devastata dai 29 mesi consecutivi di feroci combattimenti.

COSA MaNGIARE

Vanto di Arabba e dei suoi abitanti è la grappa di genziana, per la quale i produttori gareggiano per riuscire a estrarre dalla radice del fiore la maggiore amarezza: una vera e propria sfida per palati forti, nonché un ottimo digestivo.

La pianta di genziana deve il suo nome a Genzio, ultimo re degli Illiri (antico popolo dei Balcani Occidentali) che, secondo la testimonianza di Plinio il Vecchio, per primo scoprì le virtù terapeutiche della radice.

DOVE DORMIRE

Rifugio Bec de Roces, a mezz'ora di cammino dal Passo di Campolongo. Tel. 0436 79193

Rifugio Plan Boè, a mezz'ora di cammino da Arabba. Tel. 0436 79339

Hotel Olympia, ad Arabba. Tel. 0436 79135

Ad Arabba si trovano numerosi affittacamere.

COME ARRIVARE

Punto di partenza NON raggiungibile in macchina.

La località raggiungibile in macchina più vicina è Corte.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Livinè, partendo dalla città di Belluno con cambio ad Agordo.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.


"Siamo stati ospitati dall’eclettico Diego Grones nel suo Hotel Olympia: a mollo in una jacuzzi, ci siamo goduti lo spettacolo di un triplice arcobaleno"

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni