Text Link

Tappa

28

Canazei > Pozza di Fassa

Lunghezza
10.4
Km
Difficoltà*
T
Dislivello*
+
81
m
-
213
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50385005
{"center_lon": 11.7300395, "tappa": "028", "zoom": 12.243247684862506, "center_lat": 46.4530585}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tappa di ripiego, breve e di assoluto riposo (poche ore di cammino, in piano), perlopiù su comoda strada carrozzabile.

Interessanti alcuni scorci a nord, sul Sasso Piatto (2.964 m), sul Sassolungo (3.181 m) e sul Catinaccio di Antermoia (3.001 m).

Note particolari

La tratta qui indicata è distinta dal Sentiero Italia (per cause meteorologiche al momento del rilevamento).

Bellezza
periodo
Tutto l'anno
PERCORRIBILITà
INTERESSE
culturale
RAGGIUNGIBILITà
culturale
PERCORSO

Da Canazei ci spostiamo sulla sponda sud del Torrente Avisio, prendiamo il largo Percorso Vita e, superato il Parco Avventure Piciocaa, torniamo sul Sellaronda. Camminiamo sempre in piano.

Interessanti alcuni scorci a nord, sul Sasso Piatto, sul Sassolungo e sul Catinaccio di Antermoia. In poche ore giungiamo a Pozza di Fassa.

COSA SAPERE

Durante la dominazione austroungarica una legge stabiliva che in ogni comune doveva essere presente una caserma dei vigili del fuoco.

Non era infatti raro che le abitazioni, costruite prevalentemente in legno (data l'ampia disponibilità della materia prima), prendessero fuoco: se non ci fosse stata un’unità pronta a intervenire, ogni incendio avrebbe potuto causare una catastrofe.

Per questo motivo, oggi sono presenti in Trentino 235 corpi di vigili del fuoco con più di 5.000 volontari. Questo corpo ha un forte legame con la comunità e costituisce una vera e propria ricchezza per il territorio e per il suo immenso patrimonio forestale.


La lingua ladina rappresenta un un vero unicum, per peculiarità e antichità.

Il termine ladin trae origine da “latinus”: latino. A seguito infatti della conquista delle regioni alpine orientali all'Impero Romano (I sec a.C.), le popolazioni locali adottarono il latino volgare dei centurioni (ben diverso da quelle letterario, che si studia al liceo), senza rinunciare del tutto alla propria parlata: così, il ladino presenta un'influenza celtica, conservando molte peculiarità linguistiche germaniche.

Dopo oltre 2.000 anni, oggigiorno il ladino viene correntemente parlato (e tutelato, con lungimiranza) in Val di Vassa, in Val Gardena, in Val Badia e Marebbe (Trentino - Alto Adige); a Livinallongo, Colle e Ampezzo (Veneto).


COSA VEDERE

Il Museo Ladino di Fassa è stato istituito nel 1975 dall’ Istitut cultural Ladin “Majon di Fascegn”, il cui scopo è il mantenimento della cultura ladina. La lingua ladina, gli  usi e i costumi locali rappresentano l’anima delle Dolomiti.

Per maggiori info, orari e biglietti, si veda il seguente LINK.

COSA MaNGIARE

Lo zelten è un pane dolce composto da frutta secca (mandorle, pinoli, noci…) e canditi. 

Il suo nome significa “a volte”, a indicare le rare eccezioni alla povera dieta contadina di un tempo: veniva usato solo nelle occasioni speciali.


DOVE DORMIRE

Camping Catinaccio Rosengarten, a Pozza di Fassa. Tel. 0462 763305

Camping Vidor, a Pozza di Fassa. Tel. 0462 760022

A Pozza di Fassa sono presenti numerose strutture alberghiere e B&B.

COME ARRIVARE

Punto di partenza raggiungibile in macchina.


Punto di partenza raggiungibile in bus e in treno, partendo dalle città di Trento o Bolzano con il treno fino a Ora, dove si prende il pullman con cambio a Cavalese.

Qui il LINK del bus per controllare gli orari.

Qui il LINK del treno per controllare gli orari.

"Ospiti della bellissima sede dei pompieri volontari di Pozza di Fassa, siamo stati accolti dal loro capo, che ce l’ha mostrata con un orgoglio difficile da raccontare"

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni