Text Link

Tappa

1

Lazzaretto di Muggia > Val Rosandra

Lunghezza
21.4
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
745
m
-
664
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50187398
{"center_lon": 13.7937469946495, "tappa": "001", "zoom": 12.377562634178632, "center_lat": 45.6009476646955}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tappa abbastanza lunga ma semplice, in saliscendi disteso, per cominciare distesi.

Partiamo dal mare del Golfo di Trieste e terminiamo nella magica Val Rosandra, ammirando nel mezzo Muggia Vecchia e i Laghetti delle Noghere, colmi di tartarughe.

Note particolari

La tappa è lunga e non va sottovalutata da chi ha poco allenamento; la si può tuttavia spezzare a Muggia.

Rischio di zecche.

Punti acqua ben presenti e distribuiti.

Bellezza
periodo
Tutto l'anno
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
culturale
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
culturale
PERCORSO

Lasciamo il cippo commemorativo del CamminaItalia 1995 a Lazzaretto di Muggia e prendiamo il sentiero (intitolato all’Arciduca Ludovico Salvatore) che, in dolci saliscendi, apre a interessanti scorci panoramici sul Golfo di Trieste. Passiamo nei pressi dei ruderi del Forte Olmi.

Ripresa la strada, giungiamo alla Basilica di Santa Maria Assunta a Muggia Vecchia, merita una sosta. In discesa arriviamo quindi all’abitato di Muggia, da cui riprende la salita, su asfalto, verso Santa Barbara. Dal piccolo abitato, scendiamo su largo sentiero verso l’area industriale, dove comincia un lungo tratto asfaltato. Infine torniamo nel verde, nei pressi di piccoli laghetti delle Noghere (colmi di tartarughe), posto ideale per uno spuntino.

L’ultima vera salita ci conduce a Caresana, dov’è possibile rinfrescarsi alla fontana.

A mezzacosta, passando per gli abitati di Dolina e di Crogole, giungiamo al paese di Bagnoli della Rosandra, che ospita il Centro Visite della Val Rosandra. Da lì, percorrendo la valle su strada, giungiamo in breve al Rifugio Mario Premuda.

COSA SAPERE

Il Rifugio Premuda, posizionato a 82 m, è il rifugio più basso d'Italia. È stato un rifugio fondamentale per l'alpinismo italiano: fu la sede della Società Alpina delle Giulie, la prima scuola di alpinismo d'Italia, fondata nel 1883.

Emilio Comici, rocciatore fortissimo della prima metà del Novecento (famoso per la sua concezione estetica dell'arrampicata), iniziò la sua carriera proprio in Val Rosandra prima di trasferirsi sulle Dolomiti e diventare uno degli eroi dell’epoca del “sesto grado”.

COSA VEDERE

Sopra il Rifugio Premuda scorre il vecchio tracciato della Südbahn, la ferrovia dell'impero Austro-Ungarico che collegava Vienna a Trieste e che venne ampliata con un collegamento tra l’Istria e Trieste, utilissima ai contadini che rifornivano la città di prodotti della terra. 

Chiusa negli anni Sessanta per lo scarso utilizzo, è oggi una bellissima pista ciclabile che sorvola dall'alto la Val Rosandra.

COSA MaNGIARE

La pinza è un dolce tipico triestino, legato alle festività pasquali. Si tratta di un pandolce soffice dal sapore delicato e quasi neutro, che lo rendono ottimo anche accompagnato dal prosciutto o dal formaggio, com’è consuetudine fare per interrompere il digiuno del Venerdì Santo.

DOVE DORMIRE

B&B Torrente Rosandra, a Bagnoli Superiore della Rosandra. Tel. 366 146 0868 - 347 865 1624

Il Rifugio Mario Premuda offre ristoro, ma non ha posti letto. Tel. 040 228147

COME ARRIVARE

Punto di partenza raggiungibile in macchina.


Punto di partenza raggiungibile in bus, partendo dalla città di Trieste con cambio a Muggia.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.


"Siamo partiti coi riflessi del mare e una carovana al seguito. Qualche ora dopo, a Bagnoli, ascoltavamo i canti festosi intonati dalle donne slovene per il Primo Maggio"

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni