Text Link

Tappa

99

Rifugio Cuney - Oyace

Lunghezza
14.1
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
486
m
-
1742
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50854600
{"center_lon": 7.43587413141635, "zoom": 12.514779960239084, "center_lat": 45.8407515}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Questa tappa è stata documentata grazie al contributo di Pilar del Mar.


Tappa abbastanza breve, caratterizzata perlopiù dalla lunga discesa dal Col de Vessonaz.

Dal passo è magnifico il panorama sul Mont Gelè (3.518 m) e sul Grand Combin (4.314 m).

Note particolari

La prima parte di discesa dal Col de Vessonaz è ripida (ma senza essere esposta) e sdrucciolevole a causa del fondo ghiaioso: prestare attenzione.

Bellezza
periodo
Giugno - Settembre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
PERCORSO

Riprendiamo l’Alta Via 1, perdiamo appena quota e proseguiamo su sentiero ben battuto, in traverso panoramico, affacciato sul vallone di Saint-Barthélemy. Una rampa veloce (100 m D+ circa) ci porta al Col de Chaleby, da cui parte un secondo, scorrevole traverso; avvistiamo un piccolo lago, sulle cui rive sorge il Bivacco Rosaire et Clermont. 

Affrontiamo il consueto strappetto finale e siamo al Col de Vessonaz (2.794 m). Oltre il selvaggio vallone sottostante (Comba de Vessonaz), ammiriamo il massiccio del Grand Combin (4.314 m) e la piramide del Mont Gelé (3.518 m).

Ci aspetta una lunga discesa (1.400 m D- circa). La prima parte, fino alla testa del vallone, è piuttosto ripida e su fondo ghiaioso, occorre fare attenzione a non scivolare. Quindi, attraversiamo il bel vallone in falsopiano, per poi discendere nuovamente nel bosco costeggiando il torrente Buthier, su comodo sentiero. Con una breve risalita, superiamo l’Orrido di Betenda e, poco dopo, siamo al paesino di Oyace.


COSA SAPERE

Oyace si trova in Val Bionaz, una laterale della Val Pelline, rinomata per il suo clima rigido, tanto da essere chiamata “valle fredda”.


Lungo la discesa per Oyace tocchiamo diversi alpeggi.

La stagione dell'alpeggio inizia con la monticazione (inarpain, in patois), cioè la salita all'alpe, che avviene tra la fine di maggio e la metà di giugno; e termina con la demonticazione (desarpa), cioè la ridiscesa in pianura che avviene a fine settembre. La vita nell’alpeggio non è molto cambiata nel corso dei secoli in quanto è legata alle immutabili leggi che regolano i rapporti tra uomo, natura e animali.

COSA VEDERE

Proprio sopra al paese di Oyace si può ammirare una torre ottagonale chiamata Tornalla. La sua costruzione viene stimata intorno all’anno Mille, che ne farebbe pertanto il castello più antico della Valle d’Aosta.

Una leggenda popolare narra che la torre sarebbe stata costruita da un gruppo di Saraceni rifugiatisi in Valpelline.


COSA MaNGIARE

La brossa è il risultato della lavorazione del siero residuo della lavorazione della Fontina. Si tratta di un latticino a pasta molle e burrosa e viene tradizionalmente mangiato con la polenta; se ne ricava anche un burro pregiato, meno calorico di quello prodotto con la panna.


DOVE DORMIRE

Camping Lac Lexert, in frazione Chentre, a circa 2 km da Oyace. Tel. 0165 730109

COME ARRIVARE

Punto di partenza NON raggiungibile in macchina.

La località raggiungibile in macchina più vicina è Venoz.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Ville Sur Nus, partendo dalla città di Aosta.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.


“La minaccia di maltempo ci mette le ali ai piedi: completiamo la tappa in un tempo pari a quello dei campioni del Tor des Geants”

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni