Text Link

Tappa

121

Rifugio Quintino Sella - Pontechianale

Lunghezza
13.9
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
280
m
-
1316
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50386744
{"center_lon": 7.0725329287414, "zoom": 12.11102972268313, "center_lat": 44.6385245}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tratta abbastanza breve e facile, quasi tutta in discesa.

Molto panoramica, con bellissimi scorci sul Monviso (3.841 m), la cresta di Cima delle Lobbie e buona parte dell’arco alpino.

Note particolari

Punti d’acqua assenti fino a Pontechianale.

Bellezza
periodo
Giugno - Settembre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
PERCORSO

Ci svegliamo all'alba, per gustare lo spettacolo della parete orientale del Monviso tinta di rosso. Quindi riprendiamo il sentiero della GTA in leggera salita (100 m D+ circa), tra i piccoli Laghi di Nona, delle Sagnette e della Pellegrina. Muovendoci su sentiero ben segnato, guadagniamo lentamente quota fino a Passo Gallarino (2.728 m); vale la pena fermarsi ad ammirare, poco più a sud, il massiccio di Cima delle Lobbie (3.015 m, da non confondere con quella in Adamello).

Su comodo e sempre aereo traverso, procediamo verso il Passo San Chiaffredo, sopra al quale troneggia Punta Dante (3.166 m). Dal passo comincia la discesa verso la Valle Varaita (1.100 m D- circa), dapprima molto lieve, tra il Lago Lungo e il Lago Bertin - nei paraggi di quest'ultimo, attraversiamo una distesa di moltissime "lapidi" fatte di ometti, sembra un'installazione di arte contemporanea. Non troppo distante, avvistiamo il Bivacco Bertoglio, in panoramica posizione.

Quindi la discesa si fa più decisa, ma sempre su buon tracciato (solo lunga!) fino a Pian Meyer, dove rientriamo nel fitto bosco; la pendenza si addolcisce e arriviamo veloci al Torrente Vallanta, che attraversiamo e costeggiamo, su carrozzabile, fino alla frazione di Castello, in Val Varaita, all’estremità orientale del Lago di Castello. Costeggiando la sponda sud del Lago di Castello, su una ciclabile in piano, arriviamo a Pontechianale.

COSA SAPERE

Valverbe produce “tisane di montagna” biologiche in Val Varaita dal 1985.

La loro particolarità sta nel fatto che le erbe vengono essiccate con un sistema “a cellula aperta”, che le priva cioè dell’acqua ma ne conserva integra la membrana cellulare e i principi attivi, l’aroma ed il profumo, grazie a un impianto di essiccazione a freddo, che consente di ricreare all’interno della camera di essiccazione le condizioni della brezza serale.

La conoscenza della montagna e l’uso delle sue erbe spontanee è uno dei segreti del successo di questa azienda. Un bell'esempio di come si possa fare impresa in e con la montagna in modo etico e sostenibile.

Per maggiori info, si veda il seguente LINK.

COSA VEDERE

Vicino al Lago Bertin è possibile ammirare una distesa di centinaia di ometti, fatti di pietre poste in equilibrio verticale dagli escursionisti di passaggio - pare quasi un cimitero preistorico.

Una suggestiva opera d’arte spontanea, che unisce armoniosamente il passaggio dell’uomo alla natura selvaggia.

Il Bosco dell’Alevè è uno dei più grandi boschi di pini cembri di tutta Europa ed è molto antico: già Virgilio e Plinio il Vecchio ne scrissero.

Il pino cembro può arrivare fino a 20 m di altezza ed è una pianta longeva: l’esemplare più vecchio di questo bosco ha almeno 600 anni. Dal 1949 è un “bosco da semi”: i forestali raccolgono infatti i suoi pinoli, li mettono a dimora perché germoglino e possano essere impiantati in altri luoghi.

COSA MaNGIARE

Nel piccolo borgo di Melle, in bassa Val Varaita, si possono degustare le fantastiche birre dell’Officina Antagonisti.

I giovani Enrico e Fabio hanno iniziato la loro avventura di brew firm (un birrificio senza impianti) con un chioschetto estivo nel piccolo paese: l’impresa ha avuto successo e oggi, nel loro ristorante Officina Antagonisti, si possono anche assaggiare piatti locali, come il celebre, squisito tomino di Melle, o il capocollo alla birra e, per finire, godere di un ottimo gelato, in un ambiente molto accogliente e informale.

Per maggiori info, si veda il seguente LINK.


DOVE DORMIRE

Rifugio Alevè (posto tappa GTA), in frazione Castello di Pontechianale. Tel. 347 767 2234

Camping Libac, in frazione Maddalena di Pontechianale. Tel. 0175 95 01 33

COME ARRIVARE

Punto di partenza NON raggiungibile in macchina.

La località raggiungibile in macchina più vicina è Crissolo.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Bobbio Paesana, partendo dalla città di Cuneo con cambio a Saluzzo.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.


“Quella mattina ci sentivamo come nel quadro di Caspar Friedrich: dei viandanti sul mare di nebbia”

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni