Text Link

Tappa

68

Codera - Sorico

Lunghezza
16.6
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
268
m
-
890
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50601733
{"center_lon": 9.4268643923725, "zoom": 11.921899973874034, "center_lat": 46.2046137445905}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Una tappa di media lunghezza, in buona parte in discesa, “di riposo” rispetto alle sfide e le difficoltà del Sentiero Roma; poco impegnativa dal punto di vista fisico e visivo (il paesaggio uniforme e la mente può riposare, dopo tante meraviglie).

Con una discesa di 4000 scalini scolpiti nella roccia, torniamo sotto i 1.000 metri di altitudine. Concludiamo la tappa sulle sponde del Lago di Como.

Note particolari

Se bagnati, i gradoni da Codera a Novate Mezzola possono essere molto scivolosi.

Se fatta in estate, l’unica vera difficoltà della tappa consiste nell’umidità del clima lacustre; perdipiù la tappa è quasi interamente esposta al sole. Si consiglia di bere molto.

Bellezza
periodo
Marzo - Novembre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
RAGGIUNGIBILITà
PERCORSO

Il primo tratto è un lungo traverso in saliscendi, molto aereo, lungo il Sentiero degli Scalpellini. Arrivati alle baite di Avedee, il paesaggio si apre sul Lago di Mezzola. Comincia da lì una lunga discesa (600 m D- circa) su migliaia di scalini scolpiti nella roccia (alcuni dei quali firmati dagli stessi scalpellini), verso Novate Mezzola.
Giunti a valle, superiamo l’abitato di Novate Mezzola e prendiamo la pista ciclabile che costeggia il lago. Quindi attraversiamo la grande piana a sud del lago, portandoci verso il fiume Mera. Superato il corso d’acqua percorriamo un breve tratto di strada asfaltata, per riprendere presto un sentiero che, costeggiando il Mera, ci porta velocemente a Sorico.


COSA SAPERE

Il Pian di Spagna è una pianura alluvionale di quasi 1.600 ettari e si trova fra l’alto lago di Como, la Valtellina e la Val Chiavenna; deve il suo nome alla presenza spagnola in quest’area nel secolo XVII.

La Valtellina era infatti una zona di passaggio fondamentale per collegare la Lombardia spagnola al Tirolo, appartenente alla dinastia degli Asburgo allora regnante in Spagna.  


In epoca Romana il Lario era tutt’uno con il lago di Novate Mezzola. Col tempo il materiale alluvionale portato dall’Adda, accumulandosi, ha formato l’attuale Pian di Spagna, separando i due laghi che tuttavia sono rimasti in comunicazione con il Canale del Mera.

Continue alluvioni causarono per secoli grossi problemi alle popolazioni locali. Nel 1858 iniziarono i lavori di bonifica che si conclusero a metà del Novecento.

Il Pian di Spagna, risultato di secolari interazioni tra attività umana e storia naturale, è diventato una Riserva Naturale, caratterizzata dalla ricca presenza di specie sia animali sia vegetali di grande interesse.


COSA VEDERE

Ancora oggi è possibile visitare a Colico i resti del Forte Fuentes, costruito dagli Spagnoli all’inizio del 1600. Nei secoli in cui fu presidiato militarmente, i soldati dovettero fronteggiare più spesso la scarsità di acqua  e la malaria, che non gli assedi dei nemici.

COSA MaNGIARE

I missoltini sono una specialità del Lago di Como. Sono agoni, pesci di lago, salati ed essiccati al sole. Dal sapore intenso e deciso, vengono passati alla griglia, conditi con olio, aceto e prezzemolo e solitamente sono accompagnati dalla polenta.

Dei missoltini, che devono il loro nome ai barili di legno in cui venivano conservati dopo l'essiccazione, si trova testimonianza addirittura negli scritti di Plinio il Giovane.

E’ nel mese di giugno che gli abitanti delle sponde del lago si occupano della pesca e della lavorazione dell’agone.


DOVE DORMIRE

Camping La Riva, a Sorico. Tel. 0344 94571

Camping La Grande Quiete, a Sorico. Tel. 0344 84743

Camping La Torre, a Sorico. Tel. 0344 84106

A Sorico sono presenti diverse strutture ricettive.


COME ARRIVARE

Punto di partenza NON raggiungibile in macchina.

La località raggiungibile in macchina più vicina è Novate Mezzola.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Novate Mezzola, partendo dalla cittadina di Morbegno. 

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.

La località raggiungibile con il treno più vicina è Novate Mezzola, partendo dalla cittadina di Morbegno con cambio a Colico. 

Qui il LINK per controllare gli orari.

“Com’è triste la sera scender da Codera… che differenza tra la fresca Val Codera e il caldo umido del Pian di Spagna”

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni