Text Link

Tappa

36

Favogna di Sotto > Rifugio Oltradige

Lunghezza
21.6
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
1518
m
-
784
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50385282
{"center_lon": 11.179213, "tappa": "036", "zoom": 11.594331710729287, "center_lat": 46.322576}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tappa lunga e impegnativa per via dei dislivelli, a cominciare dalla prima salita alla Sella di Favogna); priva di difficoltà tecniche, scorre piacevolmente e regala grandissime soddisfazioni.

I momenti più belli sono la cima del Corno di Tres e la cima del Monte Roen (2.116 m), un'incredibile balconata sospesa a piombo sulla Valle dell'Adige, da cui avvistiamo anche le Dolomiti del Brenta e, per la prima volta, le cime alpine del gruppo dell'Ortles-Cevedale, coi loro ghiacciai scintillanti.

Note particolari

Punti d’acqua assenti fino alla Malga di Romeno (si trova solo una tanica di emergenza nel Bivacco Kuhleger).

Bellezza
periodo
Maggio - Ottobre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
enogastronomico
RAGGIUNGIBILITà
enogastronomico
PERCORSO

Prendiamo il sentiero presso la chiesetta di San Leonardo e giungiamo a località Favogna di Sopra. Dopo un breve tratto su strada ritorniamo sul sentiero, che in ripida salita (400 m D+ circa) ci porta alla Sella di Favogna (1.563 m). Giunti al passo, ripreso fiato, continuiamo a salire (250 m D+ circa) fino alla cima del Corno di Tres (1.812 m). 

Proseguiamo in continuo saliscendi nel bosco, lungo il ciglione della dorsale, inanellando alcune cime minori (Corno del Cervo, Cima Battaglione). A metà percorso, un piccolo bivacco (Kuhleger) si presta per una sosta.

Arriviamo perciò alla grande Croce del Tempo, da cui attacchiamo l’ultima rampa (250 m D+ circa) verso la cima del Monte Roen (2.116 m). Dal Corno Cresta, sospeso sulla verticale parete orientale, godiamo di una vista a 360°: a est, oltre alla Valle dell’Adige, Latemar, Catinaccio, Corno Nero e Corno Bianco; a Ovest, oltre la Val di Non, le Dolomiti del Brenta, il gruppo dell’Ortles-Cevedale… 

Progrediamo in facile discesa (200 m D- circa) verso la Malga Smarano e Sfruz, ottimo punto merenda; quindi su sentiero in saliscendi ci dirigiamo alla Malga di Romeno, da cui su carrozzabile arriviamo in discesa al bel Rifugio Oltradige.

COSA SAPERE

Il Monte Roen fa parte dei Monti Anauni, che devono il loro nome all’antico popolo degli Anauni, che abitava la Val di Non, assoggettati a Roma nel I secolo a.C. 

Interessante il ritrovamento fatto a Cles (capoluogo della Val di Non), nel 1869, della Tabula Clesiana, una lastra di bronzo del 46 d.C. riportante l’editto con cui l’imperatore romano Clodio concedeva agli Anauni la cittadinanza romana, con grande lungimiranza.

COSA VEDERE

Poco sotto la cima del Monte Roen si trovano varie malghe, tra cui quella di Smarano e Sfruz.

Andate a farci un salto, incontrerete il simpatico Alan, disposto ad accogliervi e a raccontarvi del meraviglioso mondo dell’alpeggio. VEDI ARTICOLO


COSA MaNGIARE

Il comune di Termeno sulla Strada del Vino è il luogo in cui è nato il Gewürztraminer (che in tedesco gewürz significa “aromatico”).

Divenuto famoso sia in Italia sia all’estero, è un vino molto profumato che si abbina bene con antipasti e pesce. È possibile anche visitare l’avveniristica cantina di Termeno.


DOVE DORMIRE

Malga di Romeno, a nord del Monte Roen. Tel. 340 155 9707

Rifugio Oltradige, a est della cima del Monte Roen. Tel. 0471 812031

COME ARRIVARE

Punto di partenza raggiungibile in macchina.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Magrè Sulla Strada del Vino, partendo dalla città di Bolzano.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.

La località raggiungibile con il treno più vicina è Magrè Sulla Strada del Vino, partendo dalla città di Bolzano o Trento.

Qui il LINK per controllare gli orari.

"Scendendo dal Monte Roen abbiamo conosciuto Alan, il malgaro, con la sua famiglia e i suoi animali. Ci ha colpito quanto poco basti per trovare la propria dimensione"

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni