Text Link

Tappa

51

Passo dello Stelvio - Rifugio Val Fraéle

Lunghezza
19.2
Km
Difficoltà*
E
Dislivello*
+
349
m
-
1244
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50388449
{"center_lon": 10.368109392867002, "zoom": 12.41457672771773, "center_lat": 46.5308715}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tappa di media lunghezza, esteticamente appagante senza essere eccessivamente faticosa; prevalentemente in discesa.

Bello l’attraversamento della Valle Forcola; decisamente impressionante l’ambiente dei giganteschi Laghi di Cancano e di San Giacomo.

Note particolari

La tappa è una variante al Sentiero Italia (che da Bormio sale direttamente al Lago di Cancano), preferita per la bellezza della Val Forcola; molto consigliata.

Alcuni tratti leggermente esposti e/o franosi nella salita alla Bocchetta Forcola.

Punti d’acqua assenti fino al lago di Cancano: portarsi una buona scorta.

Bellezza
periodo
Maggio - Ottobre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
PERCORSO

Una ripida discesa (300 m D- circa) su sentiero ci porta al Giogo di Santa Maria. Attraversiamo la strada e ritorniamo sul sentiero, che va salendo (300 m D+ circa) a mezzacosta, con bel panorama a Sud-Est verso la Valle del Braulio e, oltre, le cime dell’Ortles. Alcuni tratti di sentiero sono leggermente esposti e/o franati, prestiamo attenzione. Infine, dopo una piccola rampa finale, guadagniamo la Bocchetta di Forcola (2.768 m).

Svalichiamo e iniziamo la discesa (800 m D- circa). Oltrepassiamo un vecchio ricovero militare e giungiamo alla testa delle Valle Forcola, dove prendiamo la comoda carrozzabile che percorre l’intera valle. Il lungo tratto, in dolce discesa, è molto piacevole e invita alle chiacchiere: l’ideale per riprendersi dalle sfacchinate delle tappe precedenti.

Infine, arriviamo al Rifugio Solena, all’estremità orientale dell’immenso Lago di Cancano. Nei pressi, una piccola chiesetta offre un poco di frescura. Proseguiamo sulla carrozzabile che costeggia la riva nord del lago, ammirando le tre montagne (Cima di Plator, Monte Pettini e Punta Aguzzo) che racchiudono il lago, sulla sponda opposta: molto diverse tra loro, ma ugualmente affascinanti.

Infine, giungiamo al Rifugio Val Fraele (1.954 m), nei pressi della gigantesca diga che separa il Lago di Cancano dal Lago di San Giacomo di Fraele. Chi volesse esplorare i bastioni della diga idroelettrica (c’è un comodo camminamento che li percorre dal basso), faccia caso all’incredibile eco delle grandi arcate.

COSA SAPERE

Le Torri di Fraele sono situate sulla strada che da Bormio conduce ai laghi e facevano parte di un complesso di fortificazioni. Le due torri quadrangolari erano indicate negli Statuti Bormini come dogana in cui bisognava pagare la tassa per il passaggio.

COSA VEDERE

La portata complessiva dei due invasi (diga di Cancano e diga di San Giacomo) è di 187 milioni di metri cubi di acqua.

La costruzione del bacino artificiale cominciò nel 1940 ma fu interrotta dall’inizio del conflitto mondiale; l'opera fu terminata nel 1950.

Si trattò di una vera e propria impresa di ingegneria, considerando i mezzi dell’epoca e le soluzioni ingegneristiche adottate.

Camminando ai piedi della diga di San Giacomo, provate a urlare tra le arcate: l’effetto acustico è notevole!

COSA MaNGIARE
DOVE DORMIRE

Rifugio Solena, all’estremità orientale del Lago di Cancano. Tel. 348 736 6439

Rifugio Val Fraele, presso la diga tra il Lago di Cancano e il Lago di San Giacomo di Fraele. Tel. 0342 902459

Rifugio San Giacomo, sulla sponda sud del lago di San Giacomo di Fraele. Tel. 348 300 9920

COME ARRIVARE

Punto di partenza raggiungibile in macchina.


Punto di partenza NON raggiungibile coi mezzi pubblici, solo con bus turistici da Giugno ad Agosto con partenza da Bormio.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Bormio, partendo dalla cittadina di Tirano. 

Qui il LINK dei bus da Tirano a Bormio per controllare gli orari.

Qui il LINK dei bus da Bormio al Passo dello Stelvio per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.


“Dopo aver giocato a carte tutto il pomeriggio, siamo andati a visitare il muraglione della diga: le arcate hanno un’acustica magica”

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni