Text Link

Tappa

17

Rifugio Gortani > Baita Winkel (Passo Pramollo)

Lunghezza
26
Km
Difficoltà*
EE
Dislivello*
+
1690
m
-
1342
m
*Cosa vuol dire?

Il simbolo + indica il dislivello positivo (cioè in salita) complessivo della tappa; il simbolo - quello negativo (cioè in discesa).

* Cosa vuol dire?Scarica la traccia GPX
50193727
{"center_lon": 13.375600119948501, "tappa": "017", "zoom": 12.097062502048148, "center_lat": 46.5445675}
Punto di partenza
Punto d'arrivo
Punto acqua
Struttura ricettiva
Punto interesse

Tappa davvero molto lunga, faticosa (due sono i passi da valicare) e a tratti tecnicamente impegnativa per via delle cattive condizioni del sentiero, da affrontare per intero solo se esperti e ben allenati.

Il vallone del Rio Bianco ci regala scorci grandiosi, con una wilderness che sembra evocare il Grande Nord di Jack London.

Dopo aver camminato verso nord sin dal Golfo di Trieste, viriamo ora a ovest, direzione che manterremo per buona parte dell’arco alpino.

Note particolari

Tappa sconsigliata a chi non ha buona esperienza di montagna e gamba allenata.

La discesa da Sella Clinach al vallone di Rio Bianco è ripida e presenta tratti esposti e molto sdrucciolevoli: occorre avere passo e nervi fermi.

La segnaletica è scarsa e si rischia di perdersi facilmente: bene seguire la traccia GPS.

Rischio di zecche.

Punti acqua assenti dal Rifugio Gortani in poi: portarsi una buona scorta.

Bellezza
periodo
Maggio - Ottobre
PERCORRIBILITà
INTERESSE
paesaggistico
RAGGIUNGIBILITà
paesaggistico
PERCORSO

Cominciamo la salita (400 m D+ circa), sempre su carrozzabile, verso Sella Collarice, a sud del Monte Cocco. Da lì, la strada scende lenta fino ai piani di Ciurciule, dove oltrepassiamo in rapida successione il Rio Auernig (il guado, in caso di piena, non è facilissimo) e poi il Rio Malborghetto. Ricominciamo la salita (400 m D+ circa), sempre su carrozzabile, fino a Sella Clinach (nei cui pressi un omonimo rifugio forestale offre riparo in caso d’emergenza).

Dalla sella, il percorso cambia del tutto per difficoltà. Lasciamo la carrozzabile per prendere il sentiero (occorre scorgerlo), che scende ripido e scosceso, molto difficile se bagnato, talvolta franato. Molti gli alberi caduti che occorre superare con prudenza.

Al termine del difficile tratto, giungiamo nel vallone del Rio Bianco: il ponte è crollato e occorre guadare il torrente. Dopodiché, cominciamo la terza (e ultima) ripida salita del giorno (500 m D+ circa), verso la sella appena sotto Punta Lonas, dove il paesaggio si apre piacevolmente.
Rimanendo in quota, proseguiamo in direzione del Monte Cerchio, per poi iniziare la discesa su carrozzabile. 

Dopo un tratto in traverso, in un fitto bosco di conifere, giungiamo a Passo Pramollo (confine di stato), dove si trovano alberghi e ristoranti. Proseguendo sulla strada asfaltata sul versante italiano, al quarto tornante incontriamo una strada carrozzabile che ci conduce velocemente all’incantevole Baita Winkel


COSA SAPERE

Pontebba è un comune plurilingue (italiano, sloveno e tedesco): il torrente Pontebbana segnava infatti il confine politico e culturale fra Italia e Austria.

Da Pontebba parte il Canal del Ferro, un vallone così chiamato poichè usato, fin dagli antichi Romani, per trasportare ferro e altri minerali dalle miniere della Carinzia ai porti dell’Adriatico; separa le Alpi Giulie dalle Carniche.

COSA VEDERE

Il krampus è una tipica maschera demoniaca friulana, dall’aspetto terrificante, legata al cristianesimo primitivo e in particolare alla festa di San Nicola.

L’8 dicembre le strade di Pontebba sono invase dai gruppi di krampus che giungono da tutta la provincia e spaventano grandi e piccini con le loro fruste e i campanacci. 

È una tradizione di origine pagana, pre-cristiana, legata probabilmente al solstizio invernale.

COSA MaNGIARE
DOVE DORMIRE

Bivacco Baita Winkel, sotto Passo Pramollo; 15 letti, camino. Chiuso, occorre chiedere le chiavi alla sezione CAI di Pontebba. Tel. 0428 90350

Al Passo Pramollo si trovano diversi alberghi (molto turistici).

COME ARRIVARE

Punto di partenza raggiungibile in macchina.


Punto di partenza NON raggiungibile in bus.

La località raggiungibile con il bus più vicina è Ugovizza, partendo dalla città di Udine con cambio a Tarvisio.

Qui il LINK per controllare gli orari.


Punto di partenza NON raggiungibile in treno.

La località raggiungibile con il treno più vicina è Ugovizza, partendo dalla città di Udine.

Qui il LINK per controllare gli orari.

"Baita Winkel: davanti ai nostri occhi si palesa la famosa casetta rossa in Canadà"

Sostieni il progetto

Contribuisci al successo della spedizione Va' Sentiero!

Anche il più complicato dei sogni, un sogno lungo 7.000 Km, si può realizzare, insieme. 
Contribuisci anche tu al nostro crowdfunding, ricevi le bellissime ricompense!

SCOPRI e sostieni